principiante
Adesso stai leggendo
Indicatori macroeconomici: PIL, inflazione CPI [part E]
0

Indicatori macroeconomici: PIL, inflazione CPI [part E]

creato Forex ClubGennaio 13 2021

Chiunque sia interessato all'economia, alle finanze o ad investire i propri soldi in borsa o sul mercato valutario ha riscontrato molte informazioni sulla situazione economica di un determinato paese. L'articolo descriverà indicatori macroeconomici come il PIL e l'IPC, uno degli indicatori chiave che riflette la situazione economica di un determinato paese.

PKB

L'indicatore macroeconomico più popolare è il PIL, ovvero il prodotto interno lordo. La maggior parte dei confronti tra le economie utilizza il PIL. I confronti si applicano sia al PIL denominato in dollari, alla parità di potere d'acquisto che al PIL pro capite. 

Lo sviluppo economico di un paese o di una regione è misurato anche dal PIL. Alla fine di ogni trimestre e anno vengono presentati i risultati della crescita o del calo del PIL. Tuttavia, il concetto stesso di sviluppo del PIL è spesso frainteso.

Il PIL è uno degli indicatori macroeconomici di base. In termini semplici, il PIL è il valore monetario di tutti i beni e servizi finali prodotti in un paese in un dato momento (ad esempio, un trimestre o un anno). Solo i beni e servizi finali vengono sommati per evitare il doppio conteggio. Quindi il rapporto PIL è diverso dalla quantità di attività accumulate da famiglie e imprese. 

In breve, il PIL è la somma del valore aggiunto generato da tutte le entità economiche che operano in un determinato paese o regione. Non importa chi possiede l'entità. Il PIL può essere diviso in nominale (si tiene conto dei prezzi correnti) e reale (dopo la "pulizia" dell'inflazione utilizzando il deflatore del PIL).

Calcolo del PIL

A causa del modo in cui viene misurato il PIL (solo beni e servizi finali), ci sono tre metodi per calcolare il prodotto interno lordo:

  • spese - Il PIL è uguale alla spesa degli acquirenti dei beni finali, 
  • redditizio - PIL pari al reddito di tutti i proprietari di fattori di produzione,
  • produzione - Il PIL è calcolato includendo dalla produzione totale il valore dei beni e servizi intermedi (consumati nel processo di creazione).

Il metodo della spesa presuppone che il PIL sia uguale alla spesa di tutti gli acquirenti di beni finali prodotti durante un dato periodo. Il PIL dal lato della domanda è calcolato secondo la formula:

PIL = consumi + investimenti + spesa pubblica (esclusi i trasferimenti) + variazioni delle scorte.

Ove applicabile metodo di reddito, per il calcolo del PIL si assume che il prodotto interno lordo sia uguale al reddito di tutti i proprietari, cioè i fattori di produzione (dipendenti, proprietari di capitale e stato). La formula per il metodo del reddito è la seguente:

PIL = reddito da lavoro + reddito da capitale + reddito statale + deprezzamento.

Ove applicabile metodo di produzione il valore dei beni e servizi finali è calcolato per stimare il PIL  e sottraendogli il valore dei beni e dei servizi consumati nella loro produzione. La formula per il PIL secondo questo metodo è la seguente:

PIL = produzione del paese - consumi intermedi = somma del valore aggiunto di tutti i rami dell'economia nazionale.

Di seguito è riportato un elenco dei paesi con il PIL più elevato in dollari statunitensi (USD)

2019 PIL in miliardi di dollari
Stany Zjednoczone 21/427,7
Chiny 14/342,9
Giappone 5/081,7
Niemcy 3/845,6
Indie 2/875,1

Fonte: studio proprio basato sui dati della Banca mondiale

Considerazioni aggiuntive sul GDPR

Potenziale PIL - è una stima del valore massimo che un'economia è in grado di generare mantenendo la stabilità dei prezzi e in piena occupazione. Il livello del PIL potenziale è determinato dal potenziale di una data economia. Dipende dal capitale disponibile, dal lavoro e dagli input di terra. 

Divario del PIL - questa è la differenza tra PIL potenziale e reale. Il divario del PIL viene calcolato utilizzando la seguente formula:

(PIL attuale - PIL potenziale) / PIL potenziale

Un esempio di un ampio divario del PIL sono stati gli Stati Uniti, a seguito dello scoppio della bolla dei mutui subprime. La crisi finanziaria globale ha portato l'economia statunitense a crescere al di sotto del suo potenziale. È stato lo stesso durante la pandemia di coronavirus. Il divario del PIL nel luglio 2020 è stato stimato dal Congressional Budget Office intorno al 6% del PIL.

01 PIL Gap

Fonte: cbo.gov

PIL a parità di potere d'acquisto - è un calcolo del PIL basato sull'effettivo potere d'acquisto della valuta. La parità del potere d'acquisto è talvolta chiamata la legge del prezzo unico perché il tasso di cambio delle valute è impostato per rendere uguali i prezzi degli stessi beni. Grazie a questa applicazione, il potenziale di una data economia può essere riflesso meglio.

Come puoi vedere, secondo i dati della Banca Mondiale, la Cina è la più grande economia del mondo, tenendo conto della parità di potere d'acquisto.

2019 PIL PPA (miliardi di dollari) PIL in miliardi di dollari
Chiny 23/460,1 14/342,9
Stany Zjednoczone 21/427,7 21/427,7
Indie 9/611,7 2/875,1
Giappone 5/459,2 5/081,7
Niemcy 4/659,8 3/845,6

Fonte: studio proprio basato sui dati della Banca mondiale

PIL pro capite

L'enorme dimensione del PIL non dice molto di un paese. Dipende anche in gran parte dalle dimensioni della popolazione. È ovvio che un paese con una popolazione superiore a 1 miliardo (es. India) avrà un PIL maggiore della Polonia, la cui popolazione è inferiore di 38 milioni. 

2019 PIL in miliardi di dollari PIL pro capite
USA 21/427,7 65/281
Chiny 14/342,9 10/262
Indie 2/875,1 2/104
Polska 592,2 15/595

Fonte: studio proprio basato sui dati della Banca mondiale

Per questo, molto spesso, viene utilizzato l'importo del PIL pro capite. Ciò significa la dimensione del prodotto interno lordo pro capite. Il PIL pro capite è una misura migliore della produttività tra i paesi rispetto al PIL normale. Molto spesso il PIL pro capite è espresso in parità di potere d'acquisto (PPP).

Di seguito è riportato un confronto tra PIL pro capite e PIL pro capite PPP secondo i dati della Banca mondiale.

2019 PIL pro capite PPP PIL pro capite
Polska 15/595 34/431
Niemcy 46/259 56/278
USA 65/281 65/298
Corea del Sud 31/762 43/143

Fonte: studio proprio basato sui dati della Banca mondiale

Svantaggi del PIL

Tuttavia, il PIL non è un indicatore ideale. È un indicatore dell'attività economica, non del benessere economico e sociale. Non tiene conto della qualità della vita di un determinato paese o regione (inquinamento ambientale, qualità dell'istruzione o aspettativa di vita). Non include servizi gratuiti, che includono, ad esempio, motori di ricerca, social network o servizi di assistenza all'infanzia forniti da un genitore). Il PIL non include gli effetti negativi dell'attività economica, come l'inquinamento ambientale. L'indice ignora anche l'impatto della produzione illegale (droga, mercato nero). Un altro problema è l'area grigia, difficile da quantificare. 

PIL e investitore

Il PIL può essere un importante indicatore macroeconomico che informa gli investitori sulla situazione economica di un paese. 

Un investitore alla ricerca di investimenti nei paesi sviluppati preferirà i grandi mercati dei capitali in cui il PIL pro capite sarà a un livello elevato. D'altra parte, un investitore alla ricerca di investimenti in paesi con elevate dinamiche di crescita sceglierà paesi con elevata crescita del PIL. Ovviamente il PIL non è un indicatore determinante, ma può essere uno dei primi "filtri" per diversificare il proprio portafoglio di investimenti.

A volte un calo del PIL può preannunciare un temporaneo rallentamento economico, che può portare a una temporanea svendita delle azioni. In una situazione del genere, a volte vale la pena aumentare il proprio coinvolgimento in un mercato del genere in quanto preannuncia l'opportunità di acquistare azioni a un prezzo favorevole. Investimenti nel mercato azionario americano (ad es. ETF), durante la contrazione dell'economia americana a cavallo del 2008/2009. Un altro esempio è l'investimento in azioni russe (ad esempio VanEck Vectors Russia ETF) a cavallo tra il 2015 e il 2016. Nel 2015, il PIL della Russia si è contratto di oltre il 2%. 

Inflazione CPI

Secondo la definizione di base, l'inflazione è un processo di aumento dei prezzi in un'economia correlato a un calo del potere d'acquisto della moneta. In Polonia, l'inflazione viene misurata, tra l'altro, utilizzando l'indice dei prezzi al consumo (CPI). Tuttavia, ci sono diversi tipi di inflazione: PPI (Indice dei prezzi alla produzione industriale) o inflazione core. 

Le informazioni attuali sulle variazioni di prezzo in Polonia sono fornite dall'Ufficio centrale di statistica (GUS). Tieni presente che la variazione di prezzo non è sempre positiva. Se la dinamica dei prezzi diventa un valore negativo (aumento del potere d'acquisto del denaro) si parla di deflazione, cioè diminuzione del livello generale dei prezzi.

In Polonia, l'autorità è responsabile del mantenimento di un livello stabile di inflazione Banca nazionale polacca, che è il Consiglio per la politica monetaria. L'obiettivo del consiglio è di mantenere l'IPC vicino all'obiettivo di inflazione del 2,5%. L'intervallo di fluttuazione consentito intorno all'obiettivo è dell'1%. Ciò significa che l'intervallo consentito per l'inflazione è stato fissato all'1,5% -3,5%. Un'inflazione troppo elevata incoraggia aumenti dei tassi di interesse, mentre il rischio di deflazione incoraggia il Consiglio a tagliare il tasso di interesse o ad attuare metodi non standard per allentare la politica monetaria. 

L'inflazione è spesso un indicatore macroeconomico frainteso. Risulta trattando questo indicatore "su ragione contadina". Si dice spesso che "i governi manipolano l'inflazione" o ingannano l'opinione pubblica sulla portata dell'inflazione "reale". Molto spesso, tali termini derivano dalla presentazione del proprio bilancio familiare per l'intera economia. Per questo alcuni, visto che il prezzo del burro è passato da 3 PLN a 6 PLN e un chilogrammo di pollo da 7 PLN a 10 PLN, sono convinti che l'inflazione nell'intera economia sia a due cifre. Niente potrebbe essere più sbagliato. 

Di norma, le persone ricordano solo i prezzi di beni o servizi, che sono aumentati in modo significativo. Un ottimo esempio è il prezzo elevato del prezzemolo nell'estate del 2018, quando un chilogrammo di questo ortaggio superava i 14 PLN. Nell'autunno del 2019, lo stesso prezzemolo costava già 4 PLN al chilogrammo. Anche il burro ha avuto un episodio di significativi aumenti di prezzo nel 2017. Era simile nel 2011, quando il prezzo dello zucchero nei negozi al dettaglio superava i 5 PLN per chilogrammo. Tuttavia, questo non significa che il livello generale dei prezzi nell'economia nel suo insieme o nel paniere dei beni di consumo è aumentato altrettanto.

Dovrebbe essere chiaro che ogni famiglia ha un diverso "paniere di inflazione". Per questo motivo, potrebbe avvertire un'inflazione più o meno a seconda dei prezzi dei singoli prodotti. 

Per questo motivo, l'inflazione CPI non è una misura del costo della vita delle famiglie. Va anche ricordato che le informazioni sui livelli dei prezzi sono necessarie per calcolare l'inflazione gli stessi beni e servizi in due periodi comparabili e informazioni su la struttura della spesa familiare. Per definire correttamente il livello di inflazione, viene utilizzato un "paniere di inflazione". Il citato "paniere" è diverso nel caso della misurazione dell'inflazione CPI e diverso nel caso del PPI.

Cosa influenza il livello dei prezzi?

Di regola, l'economia non è chiusa a fattori esterni. Per questo motivo, il livello dei prezzi di molti prodotti è influenzato dalle variazioni dei prezzi mondiali delle materie prime o dalle variazioni dei tassi di cambio. Un ottimo esempio dell'impatto delle variazioni dei prezzi sui mercati mondiali e sul tasso di cambio è il prezzo del carburante nelle stazioni di servizio. Il prezzo del carburante è fortemente influenzato dal tasso di cambio del greggio (espresso in dollari) e dal tasso di cambio USD / PLN. 

In caso di una politica errata della banca centrale, potrebbe verificarsi un'iperinflazione, ovvero una rapida perdita del potere d'acquisto della valuta di un paese. L'esempio più eclatante è il Venezuela, la cui iperinflazione ha costretto il governo a denominare la valuta (sono stati tagliati alcuni zeri) e la valuta è stata svalutata (il valore ufficiale del bolivar è stato ridotto a valute estere). 

In Polonia, l'ultima iperinflazione si è verificata negli anni '90. Dall'inizio del 2015 ° secolo, la dinamica della crescita dei prezzi è diminuita. Nel 2016-XNUMX, la Polonia ha persino sperimentato la deflazione. Di seguito è riportato lo storico della variazione dell'indice dei prezzi al consumo:

02 GUS Indicatori macroeconomici di inflazione

Fonte: studio proprio basato sui dati stat.gov.pl

In caso di inflazione CPI, il paniere include beni e servizi raggruppati nelle seguenti sezioni:

  • Cibo e bevande analcoliche 
  • Bevande alcoliche e prodotti del tabacco
  • Abbigliamento e calzature 
  • Uso di un appartamento o di una casa e vettori energetici 
  • Arredare l'appartamento e gestire la casa 
  • salute 
  • Trasporti
  • Comunicazione
  • Ricreazione e cultura
  • educazione
  • Ristoranti e hotel
  • Altri beni e servizi.

Il CSO modifica sistematicamente i pesi del paniere dell'inflazione per adattarlo meglio alla spesa delle famiglie. L'indagine riguarda dipendenti regolari, agricoltori, lavoratori autonomi, pensionati, pensionati con disabilità e aziende agricole che vivono con fonti non guadagnate.

Di seguito è riportato un riepilogo delle componenti selezionate del paniere dei CPI nei singoli anni.

CPI - pesi 2015 2017 2019
Cibo e bevande analcoliche 24,36% 24,28% 24,89%
Uso dell'appartamento e vettori energetici 21,06% 20,53% 19,17%
Trasporti 9,02% 8,63% 10,34%
Abbigliamento e calzature 5,35% 5,68% 4,94%

Fonte: studio proprio basato su dati GUS

Problemi nella stima dell'inflazione

La stima del livello di inflazione non è così facile come sembra intuitivamente. Non è sufficiente aggregare le variazioni di prezzo per tutti i beni tra il 31 dicembre 2019 e il 31 dicembre 2020. Ci sono una serie di questioni che devono essere considerate quando si misura il CPI. 

Entrare nel mercato di beni o servizi con prezzi inferiori ma di utilità simile può modificare le preferenze di acquisto dei consumatori. Di conseguenza, può causare che le componenti dell'inflazione selezionate per la ricerca vengano acquistate in quantità minori, poiché i consumatori si adattano alle mutevoli condizioni economiche. Di conseguenza, il costo del mantenimento di una famiglia potrebbe essere effettivamente inferiore a quello indicato dall'inflazione. 

Un altro esempio è l'effetto di sostituzione del prezzo (bias di sostituzione). È una situazione in cui, a seguito di un aumento del prezzo di un prodotto, i consumatori passano a un "sostituto". Un esempio potrebbe essere un aumento significativo del prezzo del burro, che in molte famiglie cambierà le loro abitudini di acquisto e sostituirà il burro con la margarina. Di conseguenza, la quota di burro nel paniere dell'inflazione sarà sovrastimata, mentre la margarina sarà sottoquotata rispetto alla spesa reale delle famiglie. Per questo motivo, il sistema di ponderazione deve essere aggiornato frequentemente per riflettere meglio la variazione del prezzo medio reale nell'economia.

Un altro problema da risolvere è l'effetto dei nuovi beni (nuovo buon pregiudizio). Questa è una situazione in cui la proliferazione di una nuova invenzione provoca un drastico cambiamento nella spesa delle famiglie. Un esempio è l'introduzione dei telefoni cellulari, che ha ridotto drasticamente la domanda di telefoni fissi.

Un altro problema affrontato dagli uffici statistici è il cambiamento dei luoghi di acquisto dei clienti (bias di sostituzione della presa). Un esempio di tale situazione è l'apertura di un nuovo supermercato, che ha causato un deflusso di clienti dai negozi locali. Le economie di scala hanno reso più facile per le famiglie vicine acquistare beni a un prezzo inferiore rispetto ai negozi locali. Di conseguenza, l'anno successivo, l'ufficio statistico deve correggere il luogo in cui si ottengono i prezzi da una data regione. Ciò vale anche per la quota crescente di e-commerce, che sta prendendo il sopravvento sul movimento dei negozi fisici e esercitando pressioni sui prezzi al dettaglio. Le suddette modifiche richiedono una verifica frequente del set di punti vendita selezionati in cui vengono testati i prezzi.

Al fine di contrastare i suddetti problemi, l'Ufficio Centrale di Statistica effettua:

  • Aggiornamenti del sistema di pesatura,
  • Verifica elenchi di prodotti e servizi,
  • Apporta aggiustamenti qualitativi,
  • Aggiorna gli elenchi dei punti vendita.

Inflazione, tasso di cambio e investitore

L'inflazione ha un effetto devastante sui risparmi degli investitori. Lo hanno scoperto i detentori di risparmi nel bolivar venezuelano o nella lira turca. Nel caso di queste valute, l'iperinflazione (Venezuela) e l'elevata inflazione (Turchia) hanno determinato un significativo calo reale del valore del risparmio. 

Per questo motivo, gli investitori dovrebbero diversificare il proprio portafoglio di investimenti per limitare il rischio di una politica sbagliata della banca centrale e del governo. Allo stesso tempo, un investitore dovrebbe accettare un rischio maggiore affidando parte del suo portafoglio a investimenti con un tasso di interesse più elevato (ad esempio azioni, obbligazioni societarie o ETF).

Le informazioni fornite dai centri nazionali o dalle istituzioni internazionali sull'inflazione possono aiutare a valutare la stabilità di un paese. I problemi di controllo dell'inflazione possono avere un effetto devastante sugli investimenti esteri. Gli investimenti in iShares MSCI Turkey ETF lo hanno scoperto. Negli ultimi 10 anni l'indice turco BIST100 è aumentato di oltre il 100%, tuttavia, a causa del calo della lira, l'investimento in dollari ha perso oltre il 40%.

Cosa ne pensi?
Io
0%
interessante
73%
Eh ...
13%
Shock!
13%
Non mi piace
0%
ferita
0%
Circa l'autore
Forex Club
Forex Club è uno dei più grandi e antichi portali di investimento polacchi - forex e strumenti di trading. È un progetto originale lanciato nel 2008 e un marchio riconoscibile focalizzato sul mercato valutario.

Lascia una risposta