principiante
Adesso stai leggendo
Evitare segnali errati - come combinare gli indicatori di analisi tecnica tra loro
0

Evitare segnali errati - come combinare gli indicatori di analisi tecnica tra loro

creato Paweł AdamczykGiugno 13 2019

I pareri riguardanti l'uso di vari tipi di indicatori tecnici disponibili sulle piattaforme di negoziazione, senza dubbio, sono divisi. Ci saranno molti investitori che sottolineano gli indicatori con un ampio arco, dicono "no" e per chi distorcono solo l'immagine del mercato. D'altra parte, ci saranno tanti sostenitori per i quali gli indicatori saranno utili e che usano ogni giorno nei loro investimenti. Se stai appena iniziando la tua avventura con il trading e ti sembra che le tariffe possano aiutarti a ottenere profitti ripetibili sul mercato, o fai parte del secondo gruppo, vale la pena prestare attenzione ad alcuni suggerimenti per aiutarti a sceglierli.


Assicurati di leggere: Segnali di filtraggio - Come scegliere la giusta opportunità per inserire la posizione


Caratteristiche generali / ridondanza degli indicatori

All'inizio, vale la pena notare che gli indicatori possono essere divisi in tre gruppi principali:

  • indicatori di volatilità,
  • indicatori di tendenza,
  • indicatori di momentum.

È molto importante per un trader avere una conoscenza specifica, a quale categoria appartiene un determinato indicatore e come combinare il meglio per ciascuno di essi, corrispondente a un determinato stile di mercato. Tale conoscenza può aiutare significativamente a prendere decisioni sul mercato. A sua volta, combinare gli indicatori nel modo sbagliato porta spesso a confusione inutile, mancanza di leggibilità del grafico e disturbi nell'interpretazione dei prezzi.

Qual è la proverbiale ridondanza? Nei termini più semplici, non è altro che utilizzando diversi indicatori, ma appartenenti allo stesso gruppo, mostrando le stesse informazioni sul grafico.

MACD e RSI al primo fuoco. Entrambi i più popolari, entrambi possono essere inclusi nel gruppo del momento. Nel grafico possiamo osservare che durante il movimento di tendenza, entrambi gli indicatori si comportano esattamente allo stesso modo. Si riferiscono alle dinamiche dei prezzi, sia RSI che MACD, mentre stanno calando, fornendo all'investitore esattamente le stesse informazioni.

macd forex

Un esempio di utilizzo di indicatori dello stesso gruppo, Oil WTI. fonte: xNUMX XTB xStation

Il problema con il numero eccessivo di indicatori si riferisce principalmente a scegliendo un indicatore gruppo. Ciò si traduce nell'attribuzione di un'eccessiva attenzione alle informazioni da specifici indicatori, mentre omettono molte cose importanti che possono essere viste sul grafico. Molto spesso, nel caso di tendenze forti, utilizzando molti indicatori, potremmo avere la convinzione errata che la tendenza sia più forte che nella realtà, perché tutti ci forniscono la proverbiale luce verde e le stesse informazioni.

Le categorie / classi più importanti

La tabella seguente presenta la ripartizione degli indicatori più comunemente utilizzati, suddivisi in gruppi pertinenti. Conoscendo la categoria di un determinato indicatore, non è sufficiente evitare di utilizzare solo quelli dello stesso gruppo, inoltre è possibile combinare indicatori di diverse categorie che si completeranno a vicenda.

TREND

IMPULSO

VARIAZIONE

ADX

RSI

ATR

MACD

CCI

DEVIAZIONE STANDARD

SAR PARABOLIC

WILLIAMS

CANALI DI KELTNER

RULLI DI BOLLINGER

stocastico

INCROCIO MEDIO

MACD

Ichimoku

Combinare gli indicatori nella pratica

La cosa più importante da ricordare è il fatto che la combinazione perfetta di indicatori non è una combinazione che punta nella stessa direzione ma che mostra informazioni reciprocamente complementari.

Ad esempio, la combinazione di bande RSI e Bollinger è interessante. Il primo indicatore fornisce le informazioni necessarie sull'impulso: RSI basso e in calo indica un impulso crescente, il livello dell'indicatore vicino a 50, mostra segni di mancanza / indebolimento del momento, mentre il crescente aumento dei RIS è una forte crescita impulso. I nastri, a loro volta, possono mostrare molte informazioni interessanti sulle tendenze. Il prezzo tra il nastro esterno e quello medio mostra la fase del trend. Se la ragnatela centrale si rompe, potrebbe essere un segnale di potenziale inversione. Un altro segno potrebbe essere la mancanza di un prezzo per la banda esterna, che potrebbe indicare che la tendenza si sta estinguendo.

bande di bollinger

Combinando gli indicatori di esempio, Oil WTI. fonte: xNUMX XTB xStation

L'esempio presentato è solo uno dei tanti. Ricorda che sapere quale indice usare e in quali circostanze è un aspetto importante del piano di trading. L'uso di indicatori appropriati e la combinazione di informazioni da essi con l'analisi del grafico possono avere un impatto positivo sul tuo trading.

Cosa ne pensi?
Io
33%
interessante
67%
Eh ...
0%
Cosa?
0%
Non mi piace
0%
Tragedia
0%
Circa l'autore
Paweł Adamczyk
Paweł Adamczyk
Un laureato presso l'Università di Economia di Katowice. Fin dai suoi giorni da studente, appassionato del mercato valutario, della borsa e degli investimenti ampiamente compresi. Un trader attivo nel mercato Forex dall'anno 2013. Nel prendere decisioni di investimento quotidiane, in primo luogo mette l'aspetto chiave del mercato, il prezzo. Un appassionato di motorizzazione, viaggi e sport estremi.

Lascia una risposta