Crypto
Adesso stai leggendo
La Banca popolare cinese ha già la sua criptovaluta
0

La Banca popolare cinese ha già la sua criptovaluta

creato Michał SielskiAgosto 12 2019

Dopo cinque anni di ricerche, la People's Bank of China (PBoC) ha annunciato di aver completato i lavori sulla creazione kryptowalutybasato su blockchain. Questo è un prototipo per ora, ma i cinesi non nascondono che intendono offrire ai loro cittadini un'alternativa nativa sul mercato delle criptovalute il prima possibile.

I cinesi lavorano sulla valuta digitale da 2014. Sebbene inizialmente si trattasse principalmente di attività concettuali, ma dopo i successi delle successive criptovalute, le attività si sono intensificate. Hanno accelerato ancora di più quando si è scoperto che Facebook stava facendo un lavoro avanzato sulla Bilancia. E anche nonostante le forti proteste di alcuni politici e rappresentanti delle banche centrali, ci sono molte indicazioni che tra un anno o due LibraCoin sarà operativo.


Per saperne di più: Facebook sta ancora combattendo e Bilancia


In Cina, sicuramente non ci saranno problemi con la banca centrale, perché i lavori sulla criptovaluta sono stati eseguiti fin dall'inizio sotto la supervisione del governo. Durante il forum 40 di China Finance, abbiamo avuto modo di conoscere i dettagli forniti dall'agenzia di stampa cinese Xinhua.

Criptovaluta cinese - dettagli

La criptovaluta deve essere intesa, tra gli altri per i pagamenti al dettaglio, quindi garantirà un'alta frequenza delle transazioni. Fino ad ora, il problema, ad esempio Bitcoin, era, nonostante le apparenze, la possibilità di elaborare contemporaneamente un gran numero di transazioni. Le reti di pagamento tradizionali - ad esempio Visa o Mastercard - lo battono in questo senso. La tecnologia sviluppata dai cinesi è quella di risolvere questo problema una volta per tutte. Tuttavia, ci sono anche problemi che sono indicati da persone che lavorano alla sua implementazione e coordinano il lavoro degli specialisti IT.

"Tuttavia, il problema stesso della criptovaluta sarà difficile in Cina, che è un paese enorme. Soprattutto perché la valuta digitale si baserà su un sistema operativo a due livelli, necessario in un paese con un territorio così vasto, popolazione e economia complessa ". - afferma il vicedirettore della Banca popolare cinese (PBoC) Mu Changchuna.

La Banca popolare cinese sarà l'emittente della valuta digitale. Anche le banche commerciali potranno distribuirlo in futuro, ma fungeranno tutte da intermediari.

La guerra commerciale americana e cinese anche nel campo della criptovaluta

La criptovaluta sviluppata dalla Cina potrebbe essere la prima al mondo ad essere preparata dalle autorità nazionali. Tutti quelli che operano fino ad ora sono sicuramente iniziative dal basso verso l'alto. Ciò potrebbe confondere ulteriormente le relazioni economiche e politiche tra Stati Uniti e Cina, che sono state talmente tese negli ultimi mesi, che stanno già conducendo una "guerra commerciale" aperta. Oltre alle crescenti tariffe sui successivi tipi di prodotti, alle accuse di raccogliere idee e allo spionaggio economico ed economico, ora possono essere uniti da un altro motivo, che sarà criptovaluta conveniente e universale.

Alle autorità statunitensi non piacciono i rapidi progressi nei lavori sulle criptovalute sempre più comuni. Il presidente Donald Trump afferma addirittura di servire principalmente criminali e finanziamenti terroristici e che LibraCoin, che è in fase di definizione da parte dei giganti di Facebook, sta persino minacciando il dollaro e gli interi Stati Uniti.

Quando è il debutto della criptovaluta cinese?

Sarà simile con la criptovaluta cinese? I politici al di fuori della Cina non commentano ancora, anche se non si sa nemmeno quanto tempo abbiano. Sebbene i cinesi non diano una data specifica per l'emissione di nuovi mezzi di pagamento digitali, nessuno dovrebbe essere sorpreso se appaiono sul mercato più velocemente della Bilancia recentemente esposta. Ufficiosamente, puoi sentire che il debutto in criptovaluta cinese è previsto anche nei prossimi mesi.

Cosa ne pensi?
Io
17%
interessante
83%
Eh ...
0%
Cosa?
0%
Non mi piace
0%
Tragedia
0%
Circa l'autore
Michał Sielski
Michał Sielski
Un giornalista professionista per oltre 20 anni. Ha lavorato, tra gli altri a Gazeta Wyborcza, recentemente associata al più grande portale regionale - Trojmiasto.pl. Sul mercato finanziario, che è presente da 18 da anni, è iniziato sul WSE quando le azioni di PKN Orlen, TP SA hanno colpito il mercato. Di recente gli investimenti si sono concentrati esclusivamente sul mercato Forex. In privato, paracadutista e amante delle montagne polacche.

Lascia una risposta