Notizie
Adesso stai leggendo
KNF vuole bloccare le pagine dei broker Forex senza licenza e altro ancora
0

KNF vuole bloccare le pagine dei broker Forex senza licenza e altro ancora

creato Paweł MosionekLuglio 26 2018

Come boomerang, sta tornando l'idea di bloccare i siti web di Forex / CFD senza licenza, opzioni binarie e criptovalute commerciali. Non è niente di nuovo. Già ad aprile 2017, l'Autorità di vigilanza finanziaria polacca (KNF) ha presentato un progetto di emendamento all'atto, che includeva solo il conferimento dei poteri appropriati al regolatore.

Sulle orme dell'Europa

Il conto è ancora valido e c'è la possibilità che alla fine entrerà in vigore. Questa è anche la tendenza in Europa occidentale, dove anche in Francia, le autorità hanno la possibilità di bloccare i siti sospetti dall'anno 2015. Secondo il portavoce dell'Autorità di vigilanza finanziaria polacca, Jacek Barszczewski, tale soluzione contribuirà ad aumentare la sicurezza degli investitori al dettaglio interessati al mercato Forex e ai settori correlati (criptovalute, opzioni binarie). Riduce significativamente i cheat e allo stesso tempo velocizza la procedura del loro "accorciamento" da parte del regolatore.

Il registro dei domini vietati sarebbe una soluzione obbligatoria a cui tutti dovrebbero adattarsi. I siti web di broker sospetti mostrerebbero informazioni sull'avvertenza del KNF e più avanti lungo il percorso che il KNF potrebbe richiedere per un'esclusione totale del sito web.

Un'idea tardiva?

La soluzione proposta può essere vista in due modi.

Da un lato, abbiamo a che fare con la censura di Internet, che potrebbe non piacere a tutti. Inoltre solleva dubbi su come verranno scelti i criteri, che determineranno quali siti devono essere bloccati. Dopo tutto, un'entità senza licenza in Polonia non è necessariamente un truffatore. Utilizzando i servizi di un broker indiano, possiamo essere tagliati fuori dai nostri soldi durante la notte (accesso al pannello e alla piattaforma del cliente, contatto con il broker).

D'altra parte, la scala delle frodi negli ultimi anni sotto l'aspetto di "investimento Forex" ha assunto una scala inimmaginabile. Dal momento in cui le prime comunicazioni sono state inviate anche al collocamento dell'entità nell'elenco pubblico di avvertimenti, ci sono voluti almeno diversi mesi. A quel tempo, le società operavano senza molti problemi.

Tuttavia, la pratica è già stata notevolmente ridotta. Messaggi di avvertimento frequenti dal KNF, ma forti detenzioni della polizia e dell'ufficio del pubblico ministero hanno di fatto dissuaso l'afflusso di nuovi criminali.

Secondo le stime preliminari, è possibile che le modifiche entreranno in vigore a cavallo dell'anno 2018-2019. Sorge quindi la domanda se l'idea non sia in ritardo di almeno 2-3 anni?

Cosa ne pensi?
Io
0%
interessante
0%
Eh ...
Il 33%
Shock!
0%
Non mi piace
0%
ferita
Il 67%
Circa l'autore
Avatar
Paweł Mosionek
Un trader attivo sul mercato Forex dal 2006. Redattore del portale Forex Nawigator e redattore capo e co-creatore del sito Web ForexClub.pl. Relatore alla conferenza "Focus on Forex" presso la Warsaw School of Economics, "NetVision" presso l'Università di Tecnologia di Danzica e "Financial Intelligence" presso l'Università di Danzica. Due volte vincitore di "Junior Trader" - gioco di investimento per studenti organizzato da DM XTB. Dipendente da viaggio, moto e paracadutismo.

Lascia una risposta