Crypto
Adesso stai leggendo
FCA mette in guardia contro ... "FCA" e investimenti in criptovalute
0

FCA mette in guardia contro ... "FCA" e investimenti in criptovalute

creato Paweł MosionekLuglio 24 2019

Supervisione finanziaria britannica, Financial Authority Condotta (FCA), ha lanciato un avvertimento contro gli hacker che fingevano di essere sotto l'autorità di regolamentazione. Diverse migliaia di e-mail inviate sono state presumibilmente incoraggiate a investire in strumenti di criptovaluta con la raccomandazione di FCA.

Il trucco di Hakers sul regolatore

I truffatori, per aumentare l'affidabilità delle informazioni inviate, manipolano l'aspetto delle e-mail, nonché gli indirizzi da cui vengono inviati. Tramite un software speciale riescono a inviare messaggi, tra gli altri da indirizzi come: fca.updates@fca.org.uk e fcafees@fca.org.uk. Tutto di solito ha il suo scopo sotto forma di clic sul collegamento inviato e il furto di dati sensibili.

Nell'email inviata di recente dagli hacker, leggiamo:

"Bitcoin è ancora lontano dal suo picco sotto il livello 20 delle migliaia di dollari che ha raggiunto nell'anno 2017, tuttavia alcuni esperti di criptovaluta credono che il suo valore sarà ancora più alto fino al prossimo anno".

Sotto le informazioni è stato inserito un pulsante che utilizza il carattere e i colori utilizzati da "Autorità di controllo finanziario britannico". Assolutamente, non dovremmo fare clic su di esso.

Il regolatore sensibilizza e ricorda:

"Si prega di notare che non contatteremo mai i cittadini per chiedere denaro o dettagli del conto bancario."

A FCA non piacciono le criptovalute

Non è un segreto che agli occhi di molti regolatori dei mercati finanziari, le valute virtuali sono un problema che aumenta. Le notizie di mercato sono una potenziale opportunità per guadagni più rapidi / più alti per gli investitori, ma anche ulteriori opportunità per i truffatori.

FCA all'inizio di luglio informato di considerare l'introduzione di un divieto commerciale CFD basato su criptovalute per i clienti al dettaglio: il problema deve essere l'elevata volatilità, le commissioni elevate e la mancanza di standardizzazione della valutazione di questi strumenti. Attività di hacker come descritto in questo articolo non aiuterà di certo a mantenere in vita questi strumenti ...

Cosa ne pensi?
Io
0%
interessante
100%
Eh ...
0%
Cosa?
0%
Non mi piace
0%
Tragedia
0%
Circa l'autore
Avatar
Paweł Mosionek
Un trader attivo nel mercato Forex dall'anno 2006. Redattore del portale Forex Nawigator e redattore capo e co-creatore di ForexClub.pl. Relatore alla conferenza "Focus on Forex" presso la Warsaw School of Economics, "NetVision" presso l'Università di tecnologia di Gdańsk e "Intelligence finanziaria" presso l'Università di Danzica. Vincitore di due volte di "Junior Trader" - un gioco di investimento per studenti organizzato da DM XTB. Dipendente da viaggi, motocicli e paracadutismo.

Lascia una risposta