Notizie
Adesso stai leggendo
La Francia prevede di introdurre i regolamenti ESMA in modo permanente (compresa la leva finanziaria 1: 30)
0

La Francia prevede di introdurre i regolamenti ESMA in modo permanente (compresa la leva finanziaria 1: 30)

creato Paweł MosionekMarzo 25 2019

L'autorità di regolamentazione francese del mercato finanziario, Autorité des Marchés Financiers (AMF), apre oggi consultazioni pubbliche in merito a regolamenti riguardanti il ​​mercato Forex e le opzioni binarie. L'argomento dei colloqui sarà, soprattutto, l'introduzione permanente dei regolamenti ESMA, vale a dire il divieto totale di offrire strumenti binari e la limitazione della leva finanziaria sui prodotti valutari sul mercato OTC.

Assicurati di leggere: Limitazioni di ESMA per il mercato Forex esteso da 3 mesi

Sulle orme del Regno Unito e della Germania

I primi paesi che hanno espresso la loro approvazione assoluta per l'intervento sul prodotto dell'ESMA è stata la Gran Bretagna i Niemcy. Sia FCA che BaFIN hanno dichiarato di voler introdurre, tra gli altri il divieto di negoziazione di opzioni binarie e la riduzione della leva finanziaria a 1: 30 permanentemente a livello nazionale. Sebbene le normative europee relative a questi mercati siano state estese più volte, sono ancora ufficialmente solo "temporanee" (su 3 mesi con possibilità di estensione).

Secondo il comunicato presentato dall'AMF francese, l'introduzione di emendamenti alle disposizioni deve essere una misura preventiva nel caso in cui l'ESMA abbia improvvisamente cambiato parere con la continuazione dell'attuale politica di intervento. Un'idea simile era già stata sollevata dal Ministero delle Finanze polacco, dove si supponeva che la riduzione della leva fosse 1: 50 a livello nazionale. Alla fine, il progetto è finito in un cassetto, ma c'è il rischio che, se le restrizioni imposte da molti regolatori della zona europea, il governo polacco non vorrà rimanere "inferiore" in questa materia.

Regolamenti ESMA in Francia

L'equivalente francese della PFSA ha espresso la volontà di proteggere gli interessi dei singoli investitori, indipendentemente dalle future decisioni dell'AESFEM. In relazione a ciò, sono state raccolte le opinioni delle entità interessate per essere in grado di raggiungere l'obiettivo presentato nel miglior modo possibile.

Frammento del messaggio AMF:

"In attesa di cambiamenti nella politica dell'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), AMF vorrebbe raccogliere le opinioni di tutte le parti interessate su un sistema di intervento a livello nazionale volto a proteggere gli investitori dai rischi associati agli strumenti speculativi".

Le idee dell'autorità francese sono:

  • Limitazione della leva finanziaria ai valori attualmente introdotti dall'ESMA - per il mercato Forex max. 1: 30.
  • Introdurre protezione contro la creazione di un saldo negativo sul conto dei clienti al dettaglio,
  • Divieto di attività di marketing sotto forma di concorsi e promozioni per offerte CFD,
  • L'obbligo di pubblicare informazioni sul rischio nei materiali promozionali,
  • Unificazione delle regole di funzionamento del meccanismo di Stop-Out,
  • Divieto totale di servizi relativi alle opzioni binarie (compresa la loro pubblicità).

Le consultazioni pubbliche dureranno fino a metà aprile dell'anno 2019 e potrai inviare i tuoi commenti all'autorità di regolamentazione francese via e-mail al seguente indirizzo: directiondelacommunication@amf-france.org.

Cosa ne pensi?
Io
0%
interessante
33%
Eh ...
0%
Cosa?
0%
Non mi piace
0%
Tragedia
67%
Circa l'autore
Avatar
Paweł Mosionek
Un trader attivo nel mercato Forex dall'anno 2006. Redattore del portale Forex Nawigator e redattore capo e co-creatore di ForexClub.pl. Relatore alla conferenza "Focus on Forex" presso la Warsaw School of Economics, "NetVision" presso l'Università di tecnologia di Gdańsk e "Intelligence finanziaria" presso l'Università di Danzica. Vincitore di due volte di "Junior Trader" - un gioco di investimento per studenti organizzato da DM XTB. Dipendente da viaggi, motocicli e paracadutismo.

Lascia una risposta